top of page
IMG_1739_edited.jpg

Formazione continua
al ciserpp | Perfezionamento

download.png

Corso annuale di perfezionamento

ESPERTO IN SOSTEGNO GENITORIALE
 

supporo genitoriale

Competenze avanzate per promuovere il benessere psicomotorio famigliare
Coordinatrice: Silvia Cattafesta

INTRODUZIONE AL CORSO:

La presa in carico psicomotoria della persona, qualsiasi sia la sua età, è un processo multidimensionale che richiede un'attenta considerazione dell'interazione dinamica tra l'individuo e il suo ambiente sociale e familiare. La psicomotricità abbraccia l'idea che ogni singola esperienza vissuta dall'individuo sia parte integrante della sua vita psichica, plasmata da una costante interazione con gli altri e con il contesto che lo circonda. Questo flusso interattivo si sviluppa in due direzioni: da un lato, le difficoltà che un bambino può incontrare possono originare e essere accentuate da dinamiche familiari complesse, in cui le esperienze, i desideri, le aspettative e le emozioni degli adulti si riversano su di lui; dall'altro lato, il disagio del bambino può avere un impatto significativo sul funzionamento e sulle dinamiche familiari nel loro insieme. Pertanto, lo psicomotricista non può prescindere dal lavorare in stretta collaborazione con la famiglia del bambino, fungendo da ponte tra le esigenze individuali e quelle familiari, proteggendo e supportando la famiglia nel contesto psico-educativo e istituzionale. Questo può implicare il coinvolgimento attivo della famiglia nel processo di presa in carico, nonché il sostegno alle figure genitoriali nel navigare eventuali percorsi terapeutici o educativi, e nel reindirizzarle verso altri professionisti sociosanitari e socioeducativi quando necessario. In questo modo, si lavora per creare un ambiente di sostegno e comprensione che favorisca il benessere psicomotorio non solo del singolo individuo, ma dell'intera unità familiare.

A BREVE IL PROGRAMMA COMPLETO

Corso annuale di perfezionamento

CERTIFICATO DI GRAFOMOTRICITÀ
ED. 2024

Coordinatrice: Dina Giacomazzi

Certificato grafo
IMG_5638_edited.jpg

INTRODUZIONE AL CORSO:

La scrittura è un processo complesso che vede coinvolti molteplici fattori sempre tra loro in interazione: motori, emotivi, relazionali, percettivi, rappresentativi, comunicativi e culturali. Un percorso che dall’espressione tonicoemozionale passa al motorio-prassico per divenire alla fine linguaggio. Dal punto di vista psicomotorio essa è costituita da una molteplicità di sotto- competenze, le prime delle quali si collocano nel corpo. Competenze che, sempre espressione del rapporto corpo-mente, sono il preludio delle possibilità di apprendimento nel corso dello sviluppo e della possibilità di imparare a scrivere come linguaggio.

Se è vero che la scrittura è linguaggio, essa è anche intelligenza, prassia, percezione, spazio, motricità, emozione. Ciò significa che molte disgrafie e disortografie non riguardano direttamente l’aspetto cognitivo e linguistico, ma il vissuto e la strumentalità richiesti in questa azione: cioè la componente tonico-emozionale e tonico-motoria nel suo primo rapporto con l’altro, l’oggetto e lo spazio grafico. Nella scrittura, cioè, sono spesso presenti problemi grafomotori, espressione di fattori esclusivamente strumentali, emotivi e relazionali.

Ecco allora l’importanza di una valutazione clinica, e l’eventuale intervento sul piano grafomotorio. Ecco allora la proposta di questa formazione per i professionisti interessati onde imparare a leggere i disordini grafici in rapporto al corpo e nella dimensione psicomotoria. Grafomotricità come strumento utile sul piano preventivo-educativo e clinico nell’età evolutiva in funzione della scuola, ma anche come elemento espressivo e mediatore terapeutico ed in qualsiasi situazione di disagio presente in ogni momento della vita.

Contattaci

Hai domande?

Sul serio. Puoi chiederci quello che vuoi.

Grazie per il messaggio!

bottom of page