Storia della Psicomotricità
€10.00
Author:
Series: Collana di Psicomotricità
Publisher: Editrice A.I.F.
Anno di pubblicazione: 2001
Storia della Psicomotricità
 

Descrizione

Oggi giorno il termine Psicomotricità corre sulla bocca di tutti, nel linguaggio di molti operatori scolastici, sportivi, socio-sanitari e sanitari. Per certi casi, esso è affascinante in quanto coinvolge profondamente sul piano emotivo-affettivo le persone che si addentrano nel discorso, specialmente quando sono implicate in prima persona attraverso le esperienze pratiche, i cosidetti “vissuti”. In altri casi, il termine sembra essere utilizzato come l’espediente innovativo per affrontare molti problemi irrisolti o il miracolo risolutore di tutti i mali, senza in realtà sapere bene che cosa esso significhi sul piano concettuale e, tanto meno, in quello applicativo.

Tanto il termine come le relative dissertazioni e approfondimenti quanto la presa in carico psicomotoria sono oggi assai diffusi in Italia, specialmente a partire dagli anni ’70 del secolo scorso nel campo sia psicopedagogico sia riabilitativo sia, infine e in modo più specifico, in quello della salute mentale.

Solo conoscendo l’evoluzione storica sul piano concettuale e applicativo della dimensione psico-corporea dell’euomo, si potrà arrivare a capire che la Psicomotricità ha un proprio statuto scientifico tale da differenziarla tanto dalla pedagogia come dall’educazione motoria, tanto dalla psicologia come dalla psicoterapia, tanto dalla medicina come dalla riabilitazione. Uno spazio specifico che le fornisce una propria identità e autonomia tale da permetterle di differenziarsi e allo stesso tempo collaborare con le altre discipline e professioni.

Disclosure of Material Connection: Some of the links in the page above are "affiliate links." This means if you click on the link and purchase the item, I will receive an affiliate commission. I am disclosing this in accordance with the Federal Trade Commission's 16 CFR, Part 255: "Guides Concerning the Use of Endorsements and Testimonials in Advertising."